Generale : Padre Angelo Benolli ringrazia tutti per le migliaia di lettere, auguri e testimonianze arrivate dall'Africa, India, Sudamerica e Italia per il suo 89° compleanno
Tuesday, 13 October 2020 14:49

Padre Angelo Benolli ringrazia tutti per le migliaia di lettere, auguri e testimonianze arrivate dall'Africa, India, Sudamerica e Italia per il suo 89° compleanno

 

 

Video del saluto e canzone iniziale a Maria     Video della canzone finale "Rendici Luminosi"

 

Caro Padre Angelo, è’ iniziato il tuo novantesimo anno di vita. Che spettacolo!!!

90 anni di pura grazia di Dio. La tua vita è testimonianza concreta della grazia di Dio in te ed in tutto ciò che Dio ha realizzato nel Mondo attraverso di te. Il tuo compleanno è una grande festa in cui si festeggia la tua vita ma soprattutto si celebra la festa della “grazia di Dio” che attraverso di te, oltre due milioni e mezzo di persona hanno avuto la gioia di poter ricevere, vivere, sperimentare e testimoniare. Il tuo compleanno è una festa mondiale che viene celebrata da tutti i poveri delle 148 missioni di Africa, India, Sud America e da tutte le persone che partecipano nei 250 territori presenti in tutte le regioni italiane. Si festeggia la tua vita ma si festeggia soprattutto il tuo essere Profeta nel nostro tempo attraverso il dono del Carisma. La tua vita è stata fonte di rinascita per tantissimi bambini, donne, uomini, comunità, zone che senza la luce, la fede e la carità alla base del Carisma frutto della tua esperienza, sarebbero rimasti nella sofferenza e nella morte. Il tuo compleanno è la festa della grazia di Dio perché la tua vita è stata strumento di grazia per decine di migliaia di persone. Entri nei 90 anni di vita con una forte testimonianza nel Padre, Figlio e Spirito Santo ma soprattutto con una forte testimonianza Oblata di Maria Vergine, perché la tua vita è consacrata a Dio attraverso la Madonna. Sei Oblato di Maria Vergine e nei tuoi 89 anni di vita e 61 di sacerdozio, sei stato realmente Oblato ed hai veramente dato compimento a ciò che Pio Bruno Lanteri aveva nel suo cuore per arrivare a vivere e testimoniare la “salute propria, la propria santificazione, sperimentare vere amicizie e far fuori tutti gli errori correnti con i mezzi ed i modi più attuali” Tu, Padre Angelo, ti sei consacrato a Dio attraverso la Madonna ed hai permesso a migliaia di persone in ogni parte del Mondo di poter dare un senso vero e profondo alla propria vita per tornare ad essere tutto consacrati a Dio attraverso la vera Madre Maria in Cristo e nella piena missionarietà dello Spirito Santo. La tua esperienza personale, sacerdotale, scientifica, storica e missionaria è stata benedetta da Dio attraverso il dono del Carisma che oggi realmente sta sostenendo due milioni e mezzo di persone a ritrovare la salute propria, la propria santificazione, delle vere amicizie e la capacita di vedere e scacciare tutti gli errori correnti con i mezzi ed i modi più attuali. 

 

Il tuo essere Oblato è fortemente collegato a tutte le scoperte che ci hai donato e che collegano fortemente la scienza alla fede e la fede alla vita. Questa enorme esperienza ti ha portato ad immense scoperte che oggi sono il fondamento del Carisma come, ad esempio, che ogni bambino nei primi 30 giorni è solo persona con Dio e Dio nella persona con tutta la sessualità genitale nell’amore e con tutta la dignità, la libertà, la gioia, la pace. (vedi primo DVD). Una novità scientifica, religiosa, antropologica immensa che non si era mai vista prima e che oggi ci dona una nuova luce per cogliere l’immensa meraviglia della nostra vita e della vita dei nostri fratelli. È in questo DVD che si vede veramente quell’amore necessario per vivere in pienezza, la salute propria, la propria santificazione, le vere amicizie e la vera capacità in Cristo di far fuori tutti gli errori correnti con i mezzi ed i modi più attuali. Nei primi 30 giorni il bambino è nella pienezza della consacrazione a Dio attraverso l’unica vera Madre Maria. Nello stesso tempo hai toccato con mano che, pur essendo creati con questa intrinseca meraviglia di vita e amore, oggi la quasi totalità delle persone si ritrova a vivere profondamente lontana da sé, lontana da Dio. Hai toccato con mano come tutto il male personale, familiare, comunitario, sociale, scientifico, religioso, politico, economico è conseguenza di secoli e secoli di non amore e che tutto ha sempre una radice inconscia e sessuale. Il bambino pur essendo creato da Dio nel Suo immenso amore, dal 31esimo giorno, attraverso il contatto con la madre terrena, incontra tutto l’opposto rispetto alla sua dignità. Il bambino attraverso il contatto con la madre riceve tutti i mali della storia dell’umanità a cui non riesce a far fronte. Tutto il male dei secoli entra nel bambino come un veleno e si registra sulle cellule nervose inconsce che tutto registrano e non cambiano.   In modo subdolo il veleno entra e si fissa sulle nostre cellule nervose inconsce. Tutto va sui nervi e senza volere ci identifichiamo negativamente col male e di conseguenza ripetiamo nel presente un passato falso, che non ci appartiene e che non è coerente con la volontà di Dio, con la nostra anima e con le relazioni con gli altri. Il bambino, senza colpa, non ha più la salute, non vive la sua naturale santificazione, non ha più la possibilità delle relazioni e non ha la luce, la fede e la carità per far fronte agli errori correnti con i mezzi ed i modi più attuali.

Tutto questo diabolico male è inconscio. Non l’inconscio di Freud ma l’inconscio che tu hai riscoperto attraverso la tua personale esperienza con Dio e di incontro per oltre 60 anni e per 8 ore al giorno con persone e persone di ogni età, luogo ed estrazione sociale e che oggi esprimi anche nei libri, nei documenti e nei Dvd. Qualche giorno fa, mi hai inviato il seguente messaggio vocale: tutto il male dei secoli è stato quello di non vedere e di non entrare nell’inconscio. Ma attenti, nell’inconscio, come ci testimonia Maria Frau, bisogna entrare personalmente. È personale. Se entri nell’inconscio perché segui me o perché segui qualcun altro non si arriva a nulla. Una volta che si entra nell’ inconscio bisogna però molto pregare perché lì, come sempre ci testimonia Maria Frau, saltan fuori tutti i Diavoli. Non è ancora sufficiente. Bisogna entrare nell’inconscio, bisogna pregare ma bisogna avere la carità. Quindi non parlate più del Carisma se non arrivate prima personalmente al vostro inconscio, per poi permanere nel pregare e poi amare perché anche se conosco l’inconscio ma poi non prego e non amo, il male non va via.” Non lo sapevi, ma quando hai mandato questo messaggio era proprio il giorno della natività di Maria. È solo con la Madonna che possiamo cominciare ad entrare personalmente nel nostro inconscio per toccare i Diavoli secolari inconsci ed è solo con Lei che possiamo arrivare al Cristo per poterli scacciare con la nostra croce nella Sua Croce e tornare così al Padre, come nei primi 30 giorni, per essere tutti Re, Sacerdoti e Profeti oggi nello Spirito Santo e nella missione mondiale.

Oggi più che mai viene fuori con chiarezza che tutti siamo chiamati ad essere missionari. O facciamo fronte con luce in Cristo e nella carità al male in noi ed intorno a noi, o quel male ci viene addosso e si registra sulle nostre cellule nervose inconsce che poi pur non volendo ripetiamo nella nostra ed altrui vita. O siamo missionari per far fronte al male oppure ci identifichiamo negativamente con esso e lo ripetiamo e quindi siamo noi stessi dei virus e contagiamo i nostri fratelli di virus. Essere tutti missionari è veramente arrivare a tutta la genitalità, tori e femmine sessuati che fanno i partigiani contro tutti i mali per arrivare, a vivere la nostra salute, la nostra santificazione, delle vere relazioni e quindi avere tutta la luce, la fede e la carità per far fronte a tutti gli errori correnti con i mezzi ed i modi più attuali. Ringrazio Dio per la chiarezza ed essenzialità con cui tu, Padre Angelo, ci stai aiutando a cogliere l'immensità del Carisma non con la testa ma con cose semplici, chiare ed essenziali per uscire finalmente da tutte le rimozioni, gli isolamenti, le chiusure, le difficoltà col diverso, gli incesti e le prostituzioni per arrivare alla sessualità genitale nell’amore che tutti per natura ci meritiamo e che è l’unico modo per essere veramente capaci di trovare noi stessi, Dio, la nostra ed altrui salute, la nostra ed altrui santificazione facendo fuori tutti gli errori correnti nei modi e tempi più attuali.  

Lo Spirito Santo davanti a questo tuo Essere Profeta consacrato a Dio attraverso la Madonna, ha avuto la gioia di soffiare il Carisma verso tutti i confini della terra dove i poveri lo hanno colto e sempre di più lo stanno vivendo e testimoniando.

Tutta questa immensità è la grazia di Dio che oggi tocca tutto il Mondo è che ci permette di festeggiare la tua vita nel festeggiare la nostra. Nel Sud del Mondo stanno già vivendo tutta questa immensità. Oggi ci sono già centinaia di migliaia di poveri (dagli intoccabili indiani agli indios del Sud America fino ai Turkana, Karimojong o Pokot dell’Africa). Tutti questi poveri stanno letteralmente trovando se stessi, Dio e le relazioni con i fratelli vicini e lontani grazie al Carisma espresso nei libri da te scritti e tradotti nelle loro lingue. Ogni settimana tutti leggono personalmente un capitolo del libro su cui meditano, pregano ed amano. Poi si incontrano settimanalmente nella comunità formata da 5 famiglie dove leggono lo stesso capitolo e si sostengono reciprocamente senza tante parole. 10 comunità formano una zona. (50 famiglie). Nel sud del mondo ci testimoniano come  tutti sono gioiosamente missionari. Ogni zona forma missionariamente ogni anno 2 nuove comunità. Questo ha portato le missioni a crescere e da 118 ora stanno diventando 148. Questi bambini, famiglie e comunità sono tutte collegate a livello mondiale perché partecipano loro stesse a) alle adozioni intercontinentali b) alle adozioni interstatali c) alle adozioni interfamiliari dove ogni famiglia della comunità fa fare una adozione ad una persona di cuore locale. Quando ci saranno tutte le adozioni non se ne faranno altre, ma il Mondo solidale, con questa base di Eucaristia e comunità intercontinentali, continuerà a crescere solo attraverso relazioni nei gemellaggi eucaristici e missionari incentrati sul Carisma. Ad oggi ogni famiglia povera del Sud del Mondo dovrebbe riceve il contributo di due adozioni, una dall’Italia ed una dal sud del mondo. Con ciò che riceve svolge la sua attività creativa e di servizio. Ogni zona dispone di un capannone per approfondire i contenuti dei libri, dei DVD e della scuola non direttiva ma anche per scambiare i prodotti frutto del loro lavoro e raggiungere cosi la sussistenza nella libertà dalle multinazionali e dalle diaboliche logiche economiche del nostro tempo che favoriscono il diffondersi dei diabolici virus della globalizzazione.

Nel Sud del Mondo è evidente che stanno molto più avanti rispetto a noi occidentali. Nello stesso tempo Padre Angelo, sempre su ispirazione dello Spirito Santo, in sogno ha colto una strada semplice e concreta per realizzare anche in Italia ciò che nel Sud del Mondo stanno già vivendo…specie in questo momento in cui il Mondo è in balia del Coronavirus e dei tanti subdoli virus secolari inconsci. Anche in Italia in questo particolare momento storico abbiamo la grazia di poter realizzare, così come nel Sud del Mondo, tutte le comunità nella sussistenza e nella carità. Comunità semplici e formate da persone degne. Persone seriamente disponibili a fare tutto un cammino di dignità, libertà e indipendenza per se stessi, in Dio e nell’essere missionari oggi nelle comunità, coi bambini, per i gemellaggi e per tutte le relazioni. Queste persone degne in ogni territorio, come già fanno nel Sud del Mondo, si incontrano per fare comunità. Oggi in ogni territori abbiamo 5 persone degne (la persona degna del 9, dell'8, del 7, del 6 e del 5) e ognuna sta formando la sua personale comunità. Ogni persona degna nel mese trova una nuova persona degna che successivamente entro tre mesi fa anche l’adozione. Ci saranno inizialmente 5 comunità in ciascun territorio dove si legge prima personalmente e poi comunitariamente un capitolo del libro e ci si sostiene senza parole mentali tipiche dell’Occidente ma nel silenzio che ci viene insegnato dai poveri per vivere in armonia tutte le energie personali in Dio e nella carità. Inizialmente avremo 5 comunità per territorio ma poi, come nel Sud del Mondo, anche in Italia ci saranno, come nelle zone, 10 comunità per territorio. Tutte queste persone degne sono sempre missionarie coi bambini facendo fare le adozioni per i gemellaggi e per le relazioni.

Nel documento “l’azione di Dio nelle comunità e nella sussistenza” il tutto è espresso con maggiore completezza in spirito e pratica. Il tutto si manifesterà in Dio nel centro eucaristico delle comunità missionarie di Italia Solidale – Mondo Solidale che si sta realizzando a Nago e che vedrà il manifestarsi di tuta la mondiale azione di Dio nel nostro tempo. 

Grazie Padre Angelo per i tuoi 89 anni di vita da vero testimone di Cristo consacrato a Dio attraverso la Madonna nel Soffio dello Spirito Santo. Grazie Padre Angelo. Nel festeggiare la tua vita anche io,  posso festeggiare la mia perché senza la tua vita probabilmente la mia vita non sarebbe stata quello che oggi è. Con ciò, non voglio idealizzare la tua persona ma essere riconoscente e grato alla grazia di Dio che, attraverso di te si sta manifestando nel Mondo. Oggi però ringrazio te Padre Angelo ed il Carisma che Dio ci ha donato attraverso la tua vita perché, da vero e grande Oblato, hai dato fondamento alla centralità di Maria che è vera Madre per ogni persona per poter piano piano cogliere che Maria non è magia devozionistica ma una relazione centrale e necessaria per la mia anima. Relazione con la vera madre che scioglie tutte le ferite di non amore ricevute, senza colpa, dalla madre terrena. Una Madre che porta al Nuovo Potere di Cristo che scaccia tutti i Diavoli inconsci propri ed altrui. Una Madre d’amore che porta al Cristo per tornare al Padre e vivere lo Spirito Santo. Non si poteva e non si può cogliere la potenza della grazia di Dio nel nostro tempo se non si collega la scienza alla fede e la fede alla vita come hai fatto tu attraverso la tua esperienza personale, sacerdotale, antropologica, scientifica, storica e missionaria. Senza tutta la luce, la fede e la carità del Carisma come si può cogliere l’esperienza della grazia? Come si può essere oblati e consacrati a Dio attraverso la Madonna se non si coglie il valore della Madonna, se non si scacciano i Diavoli col Cristo, se non si torna a Dio, se non si è missionari nello Spirito Santo? 

Con il Carisma si può finalmente festeggiare la vita perché si può tornare alla vita vera e vivere la pienezza della propria salute, della propria santificazione, delle vere amicizie e nell’essere missionari scacciando tutti gli errori correnti coi mezzi e modi più attuali. In questo oggi mi sento molto Oblato di Maria Vergine e prego che nello spirito e nella pratica della vita e della missione possiamo vivere e testimoniare attraverso il Carisma, le comunità, i bambini, i gemellaggi e le relazioni che sono già una realtà di Mondo Solidale. Ringrazio Dio e ringrazio te Padre Angelo perché senza di te e senza il Carisma oggi nel Mondo sarebbe molto difficile festeggiare la vita. Grazie Padre Angelo perché nel festeggiare la tua vita ed il tuo compleanno oggi ci sono migliaia di persone che vivono la propria vita e la propria missionarietà. È grazia di Dio. Auguri Padre Angelo e prego che possiamo arrivare nei tempi e nei modi giusti a tutta la conversione e la completezza in tutta la missione che portiamo avanti in noi, in Italia e nel Mondo. 

Davide De Maria

--------------------

Tu sei un vero profeta e in questi 89 anni di vita e 60 di sacerdozio hai portato al mondo delle enormi novità

Carissimo Padre Angelo, ringrazio Dio per la tua preziosissima Vita e ti auguro buon compleanno! Questi 90 anni sono uno spettacolo di rivoluzione umana, spirituale, culturale, antropologica, scientifica. TI ringrazio per questa immensa novità di Spirito e di Vita che Dio ci ha donato per mezzo tuo in questo tempo così speciale. Siamo chiamati a stare con Dio Padre, Maria Madre e Cristo lo sposo per arrivare a tutta la maturità della nostra sessualità e vivere e far vivere il piano di Dio per l’umanità. Ritrovare la Famiglia Vera del regno di Dio per sentire e vivere e riparare i secoli di non amore che hanno ingannato gli uomini proprio partendo dalle famiglie terrene senza nessuna possibilità di vedere e risolvere. Lo ringrazio Dio, per te e per tutto quello che ha fatto nella mia vita grazie a te e alla tua instancabile testimonianza, che è vero amore tutto nuovo, che ha rivoluzionato la mia vita e ha toccato diavoli così nascosti e lasciati indisturbati per molto tempo. Questa è stata sempre la realtà degli esseri umani che senza il Carisma nascono, vivono e muoiono senza mai “vedere” con gli occhi dello Spirito e senza mai “sapere” con la verità di Dio e non degli uomini. Penso a quanta meraviglia è sepolta dentro e fuori ogni uomo e come l’Amore instancabile di Dio vuole tutti tirarci fuori dalle nostre tombe. Grazie a te carissimo profeta che sei sempre stato con Dio prima che con gli uomini partendo dalla tua famiglia così amata, ma dalla quale non hai mai dipeso, e per tutte le lotte che hai fatto per essere quello che eri, che sei e sarai sempre. Grazie perché sento un tempo proprio nuovo e in questi mesi dove ci hai dato un ulteriore aiuto facendo Eucarestia anche con la nuova direzione e grazie alle tue posizioni e alla tua guida di Spirito sono stata costretta a andare ancora più in fondo su questa chiamata per essere femmina come Dio mi vuole.

Tu sei un vero profeta e in questi 89 anni di vita e 60 di sacerdozio hai portato al mondo delle enormi novità, da quando nel 2008 ho avuto la grazia di poter partecipare a Dio e a te ho toccato con mano quante verità con gioia e forza hai portato alla luce contro tutti quelli che inizialmente non capivano e a volte anche ti mettevano i bastoni tra le ruote. Quante volte anche sbagliando hai raddrizzato la strada dello Spirito, sempre umilmente cogliendo il positivo e maiiii restando più di un secondo sugli uomini o sui problemi: Trascorrere questo tempo con te per me è stata fonte di immense esperienze che si sono personalizzate e arricchite anche sulla Grazia di incontrare i poveri del mondo. Mi hai donato la possibilità di essere missionaria con i fratelli africani che mi hanno amata e aiutata a trovare la forza di Dio e dell’anima in me e mi hanno costretto a fare i conti con le mie mancanze di sessualità smuovendo con Dio il mio inconscio e costringendomi a tirarmi fuori e a confidare solo in Dio. Mi hai collegato ai donatori della Sicilia, terra da me molto amata ma anche tenutaria dei miei veleni e così con te Dio mi ha dato l’opportunità di sperimentare e toccare tanti muri relazionali, personali, familiari, culturali che mi hanno permesso di guarire tante ferite e dato la grazia di testimoniare ai miei fratelli. Abbiamo salvato centinaia di bambini ogni anno e arato campi aridi che oggi sono giardini fioriti e pieni di profumi. Quanta vitaaaaaaa! Quante esperienze! Poi è arrivato il Brasile, un altro immenso dono e Dio che ci ha benedetti dopo anni con una nuova missione che ha portato frutti di incarnazione e di resurrezione che ancora ha molta storia da scrivere. 

Difficile essere alle altezze delle tue altezze ma nonostante questo ho sempre sentito una fiducia e un amore pieno che nonostante anche a volte incomprensioni non ha mai messo in dubbio la Creazione e dignità di mee figlia di Dio e di ogni figlio di DIO! Mi hai insegnato che ANCHE I DIAVOLI SONO UNA GRAZIA! Penso che questa sia una delle cose più positive che ho mai sentito nella mia vitaaaaa! Hai portato alla luce tantissime novità e hai parlato di Creazione e di virus in tempi non sospetti mostrando con le fotografie la verità e bellezza di Dio in ogni persona ma anche l’azione intelligentissima del diavolo.  Il Coronavirus è la testimonianza che le tue profezie si incarnano proprio nel tempo di oggi. In questi anni disponibile all’azione di Dio hai fatto cose grandissime e ci hai dato la possibilità di partecipare a tutta la meraviglia della vita. Io sono cresciuta, maturata, sposata e oggi a quasi 50 anni che compirò il giorno dopo di te, benedico con enorme gioia la tua Vita e la mia vocazione trovata in Dio grazie a te. In questi ultimi tempi costretti dal piccolo virus la missione è cambiata molto e io mi sto ritrovando sempre più, con tanta croce ma inizio proprio a sentirmi nuova e ho dentro un amore e una misericordia molto nuovi per me che mi fanno uscire dai giudizi e dalle paure e mi fanno fidare SOLO di Dio, mi fanno sentire che non ho bisogno di nulla se sono con LUI e che la strada che Lui ha riservato per me e i miei fratelli in questo Carisma è solo POSITIVA e MERAVIGLIOSA. Se penso sfacelo delle mie forze, a quanto le ho disintegrate ma a come sempre mi hai chiamata a stare nella mia indipendenza di Figlia di Dio, a come l’Amore è solo forte, a come le cose di Dio vengono sempre prima insieme a me.

Ti ringrazio per l’ultimo aiuto che ci hai dato della comunione con la direzione e con te. Della chiamata ad essere imprenditori e sussistenti. Tutte immense spinte ad uno sviluppo e a un pieno abbandono in DIO con la necessità della nostra collaborazione con Lui. Sono stata molto aiutata dallo scambio con Davide in questo tempo e condivisione della mia realtà missionaria. Davide ha una presenza che scalda l’anima e non ho mai sentito da parte sua una parola in più o un giudizio o una direttività ma solo una partecipazione e una grande fiducia in me e nelle persone degne siciliane che in tanti anni sono venute fuori. Questa presenza maschile sai quanta importanza ha nella mia vita uno dei grandi punti dove il diavolo è entrato. Posso dire però che non sento nessun attaccamento a Davide ma solo la gioia di trovare uno scambio “normale” che mi aiuta sentire una pace e una corrispondenza alle luci che il mio Spirito mi dona. Questa esperienza è arrivata dopo tanta tenuta e anche dopo tante altre comunità dove ho sempre fatto esperienze positive ma mai fino in fondo pulite e libere. Io ho sofferto moltissimo nella mia vita e ho una specie di sesto senso e di “base” non mi fido molto proprio perché sono stata molto usata e mi sono molto persa nelle relazioni, quindi percepisco tutto anche la più piccola sfumatura. Fare i conti con questa sensibilità non è mai stato facile e anche con le mie mancanze d’amore che mi hanno fatto costruire una corazza molto dura che sento finalmente si sta sciogliendo. Dio è immenso. Grazie Padre Angelo. Sento che ho ancora tanto da restituire a Dio e a te per la mia resurrezione e per la possibilità che ho di sperimentare le mie forze nell’amore con la Missione. Oggi ho la gioia di partecipare a te in questo specialissimo giorno e di impegnarmi a vivere e incarnare il Carisma per portarlo ai fratelli sempre più libera e matura. Voglio compiere la volontà di Dio insieme a te, a Stefano e a tutti gli altri amici volontari e con tutte le persone degne del Mondo per arrivare all’EUCARESTIA NUOVA dei gemellaggi mondiali. Una RIVOLUZIONE CHE GIA’ è IN ATTO! 

Grazieeeeeeee! I messaggi che vengono a seguire sono preziose espressioni. Hanno dentro un enorme amore e ringraziamento per te, prego sempre più che ogni singola persona possa cogliere e sempre più vivere e testimoniare il Suo valore come fai tu! Sacerdote e Profeta dell’Umanità intera. Qui ci sono bambini e bambine che stanno impegnandosi davvero per fare i giardini con le Nuove comunità e salvano i bambini come una necessaria partecipazione alla Vita che Dio ci ha donato e alla tua grande opera di Grazia per tutti! Ogni parola è il frutto è di grandi movimenti interiori e sblocchi di muri molto alti che crollano davanti a una RIVOLUZIONE come quella che stai facendo tu con Dio e noi con Voi! Una Nuova rivoluzione Culturale che mette al centro i bambini e i poveri e spinge ogni persona ad essere missionaria! Una Rivoluzione di Relazioni e incontri d’anima e di Spirito che rinnovano e sviluppano le sessualità deviate e perdute nelle tenebre del mondo.

Tutta questa Grazia a cui sono chiamata a partecipare ogni momento mi da la gioia di frutti e fiori di molte varietà e differenti colori. Differenti anche nella maturazione che come mi insegni è personale ma tutti mossi a cercare il volto di Gesù e le braccia di Maria per stare nell’Amore! Per me il passaggio è non mettere filtri ma dare gloria a Dio per ogni singola anima e preziosità di contenuti che da ognuno in modi diversi viene fuori e arare questi campi con la mia relazione con Dio e il mio impegno ad essere vera e uscire dai giudizi che mi sono caduti addosso. Grazie, Grazie Grazie per i doni che tu mi ha donato e per i fratelli poveri a cui mi hai concesso di pulire i calzari per arrivare all’umanità vera a cui Dio tutti noi chiama. 

Anna Fanuele 

 -----------------------------

 

Oggi io mi esprimo con gioia, oggi sono una nuova persona, perché attraverso questa esperienza posso relazionarmi con tantissime persone

Carissimo P. Angelo, voglio ringraziare Dio per il dono della vita di ognuno di noi e per il dono della tua vita in questo giorno speciale del tuo ottantanovesimo compleanno! Io sono Irine, una delle persone degne della missione di Pakwach Solidale e oggi voglio approfittare di questo momento speciale e ringraziarti per il tuo grande amore, per la tua grande carità e anche per il tuo grande impegno, perché in tutti questi anni hai sempre dato te stesso per la missione, per la tua vita e soprattutto per la vita di tutti i bambini del mondo. Ti ringrazio tanto P. Angelo perché attraverso i tuoi libri, attraverso i tuoi documenti e i tuoi dvd e grazie a tutto quello che hanno profondamente toccato dentro di me, io oggi sono una donna forte con la mia semplice e personale partecipazione. Partecipo alla cultura di Italia Solidale da 7 anni e sempre di più vedo che questo è un movimento molto forte e necessario per la mia vita, un movimento che cercavo fin da quando ero piccola. Non ho mai avuto una vera relazione con i miei genitori. Mio padre era molto arrogante con me, mia madre provava a partecipare alla mia vita ma era molto lontana da me, perché dipendeva da mio padre. Ho iniziato ad essere depressa da quando avevo 9 anni, questo mi ha fatto molto soffrire ed essere molto in crisi. Non credevo nella mia persona e ciò mi ha portato ad avere cattive relazioni nella mia vita perché in ogni persona cercavo mio padre e in ogni persona cercavo mia madre, tutto in una brutta esperienza di false relazioni. Facevo sesso e mi perdevo con uomini che non erano veri e non mi rispettavano, come faceva mio padre con me. Ad un certo punto, ho deciso di sposarmi e avevo quasi rinunciato alla vita. Quando mi sono sposata ho trovato che anche mio marito era una persona che aveva molto sofferto. Rimaneva sempre sulle leggi e sul clan, era rimasto nella dipendenza dai suoi genitori. I suoi genitori, infatti, mi avevano ripudiata e rimandato alla casa di mio padre (così funziona in Africa, perché la donna deve essere sempre sotto un uomo, che sia il marito o il padre), dicendo che ero troppo giovane. Mio marito non aveva preso nessuna posizione di fronte a questo. Inconsciamente, ho sentito il rifiuto di mio marito, ma sono rimasta falsamente positiva, senza prendere posizione. Ho avuto quattro bambini con lui, ma sono rimasta solo con due, perché gli altri due sono morti. Sono morti non perché dovevano morire, ma solo ora, attraverso questa cultura, vedo che sono morti perché hanno percepito la mancanza di rispetto e la mancanza di relazione tra me, mio marito e loro.

Tutto questo è accaduto per la mancanza di esperienza del valore della nostra persona. 6 Ringrazio Dio perché mi sono messa in cerca di qualcosa di vero, ho iniziato a partecipare a dei gruppi di preghiera in chiesa, ero anche nel gruppo del rinnovamento carismatico a cui partecipavo ogni settimana. Ho tuttavia visto che, anche se mi stavo muovendo, rimanevo depressa, malata e dubitavo sempre di me stessa. Un mio amico che aveva iniziato a partecipare alla cultura di Italia Solidale mi ha testimoniato la sua esperienza, soprattutto l'esperienza della comunità, in cui ognuno attraverso il proprio contributo aiutava gli altri e riceveva aiuto. Ho iniziato anche io a fare comunità nel 2014. Le altre quattro famiglie che già partecipavano mi hanno accolto non con parole, ma testimoniandomi l'esperienza che stavano facendo e dicendomi di leggere i tuoi libri e i tuoi documenti. È stata una vera testimonianza di vita. Appena ho iniziato a partecipare i diavoli sono intervenuti. Mio marito ha sposato un'altra donna perché lui non voleva partecipare in modo forte! L’ho messo in crisi, perché da quando avevo iniziato a fare comunità, non accettavo più la sofferenza dei miei figli e volevo anche vedere bene perché gli altri miei due figli erano morti, perché quei bambini, come tutti i bambini, erano una meraviglia. Mi colpiva così tanto che, sebbene fossero in salute, questi due miei figli fossero comunque morti. Era necessario un passaggio nella mia vita e anche nella vita di mio marito per rispettare noi stessi e i bambini, ma mio marito non era disponibile, perché in lui il passato era sempre presente. Così, non riuscendo a essere maschio nella relazione con me, ha deciso di sposare un'altra donna. Due anni dopo che avevo iniziato a partecipare e che lui aveva scelto di sposare quest’altra donna, rifiutavo di subire violenza da lui e di lasciarmi abusare, perché lui voleva avere il diritto di marito su di me e farmi avere altri bambini con lui. Ti ringrazio tanto Padre Angelo, perché i tuoi libri sono diventati fondamentali nella mia vita specialmente il documento che ci hai mandato a luglio del 2016 che parlava della sessualità genitale per essere missionari oggi! Il primo paragrafo era molto forte e mi ha aiutato a capire che stavo resistendo ad avere dei bambini non perché ero negativa come pensavo, ma perché volevo fare una vera esperienza, perché non potevo permettere che i bambini morissero per tutta la nostra mancanza di una vera sessualità. Il documento parlava di come il sesso non è per fare figli ed è rispettoso solo se siamo genitali e sposati con Dio, come Cristo. Io con mio marito non avevo avuto questa esperienza perché non avevamo la luce del Carisma.

Ho continuato a partecipare e ti ringrazio, perché mi hai dato l'opportunità di prendere in mano la mia vita! La tua esperienza è veramente forte e sentire la testimonianza di tantissime persone in Africa è stata una vera benedizione per me. Ho sentito la necessità di continuare a partecipare in modo forte, come tutte le altre donne che testimoniavano con grande forza. Il meeting in Rwanda nel 2016 è stato molto importante, io non parlavo inglese e Robert mi traduceva tutto quello che veniva detto, lui era sempre disponibile a tradurre tutto per me. Tornata a casa, Davide De Maria e Silvia Neposteri mi hanno aiutato molto. In un meeting di zona, a cui aveva partecipato anche mio marito, Davide mi ha sostenuto ad essere forte e a sostenere anche mio marito. Nel frattempo, la seconda moglie di mio marito era rimasta incinta. Davide aveva sostenuto me e mio marito prenderci cura di questo bambino che stava per arrivare, ma anche a prendere una posizione forte nella nostra vita e a fare ordine in queste relazioni confuse e poligame. 7 Mi ricordo che, dopo il meeting, non volevo rimanere nella confusione di mio marito, e ho preso la posizione di lasciarlo e vivere con i miei due bambini perché, a un certo punto, anche i parenti di mio marito erano troppo negativi nei miei confronti, perché mi accusavano di essere quella che non voleva avere altri bambini con lui e che non voleva lui avesse una grande discendenza. Attraverso quest’esperienza, ho visto che avevamo davvero perseguitato i nostri figli e che avevamo bisogno di rispettarci l’un l’altro a costo di separarci. Ho sentito che era il momento di vivere la mia persona ed essere una vera donna, perché questa posizione è necessaria per la vita e anche per la vita dei bambini che sarebbero nati. Sono molto felice perché oggi, attraverso la mia testimonianza e non vivendo più nel compromesso con mio marito, lui ha iniziato a capire e, anche attraverso l'aiuto delle altre famiglie, la nostra vita è cambiata. Lui ha capito il valore di quello che stavo vivendo e ha preso posizione per uscire dalla sua debolezza sessuale, capendo che il suo essere maschio non è legato al numero di figli che ha, come il clan ci insegna, ma che è qualcosa di molto più profondo. Così ha lasciato la seconda moglie, prendendosi cura del figlio avuto con lei e lei si è risposata con un altro uomo in una relazione più ordinata.

Adesso ci relazioniamo in modo molto positivo, ma anche in modo molto attento soprattutto nei miei confronti, perché, come donna, ho sofferto molto la mancanza di rispetto del clan e della cultura africana. Ogni settimana, ringrazio Dio, anche se non so leggere, ascolto attentamente la lettura i tuoi libri. Ora anche i miei figli leggono per me e ogni volta condividiamo insieme su quello che leggiamo. Questo permette a me di vivere e permette anche ai miei figli di vivere nella gioia e ti ringrazio molto, so che oggi celebri il tuo novantesimo anno di vita, prego che Dio sia con te. Mi ricordo che ti ho incontrato quanto tu avevi 86 anni e tu eri veramente forte e so che anche ora lo sei, perché noi ascoltiamo sempre la tua messa grazie all'aiuto di Robert e tu vai sempre più in fondo, in modo veramente forte e io continuo a pregare tanto per te e ti ringrazio ancora per il Carisma che hai portato in Africa. Oggi io mi esprimo con gioia, oggi sono una nuova persona, perché attraverso questa esperienza posso relazionarmi con tantissime persone. In passato, pensavo di non essere capace di relazionarmi con nessuno, ora non è più così grazie all'esperienza che mi ha spinto a cercare un donatore locale disponibile ad adottare un bambino in Colombia. Lui mi sostiene molto nella missione e ora sto continuando a mantenere delle forti relazioni e a partecipare in modo concreto alla vita dei miei bambini e di tutti i bambini. In questo momento di Coronavirus, quest'uomo sta facendo tanti passaggi concreti per aiutarci, lui ha una grande piantagione di banane e kassawa e ci ha invitato a prendere tutto quello che serve dalla sua fattoria, quindi ho preso due sacchi di cassava, che sono 200kg e anche dieci pugni di farina di platano. Questo ci ha aiutato molto anche con i bambini e sono molto felice di avere questa relazione che diventa sempre più forte. Ringrazio per questa relazione con lui e anche con tutti i volontari dell'Italia. Stiamo facendo tanti grandi passaggi insieme a Silvia, che è sempre in comunione con Robert e con Pakwach Solidale. Stiamo facendo l'esperienza del gemellaggio con i giardini italiani e tutto questo è necessario per noi per rimanerci nella volontà di Dio. 8 Ringrazio te, ringrazio la cultura che Dio ci ha donato attraverso di te. Rimaniamo sempre nella vera testimonianza del nostro tempo, per vivere e permettere agli altri di vivere, che tu possa soffiare su migliaia di candeline per sempre! Amen, Grazie! Dio ti benedica!

Irine Amony Pakwach Solidale – Uganda Solidale 

 -------------------------

Preghiamo che lo Spirito Santo possa fortificarti per quanto tu servi i bambini di Dio

Gioiosi auguri a tanti saluti a p. Angelo Benolli OMV in occasione dell’ingresso nei 90 anni di vita! Caro P. Angelo, il tuo servizio santo al Signore ha toccato cosi tante anime e cuori, ha inspirato e testimoniato a cosi tante vite di persone, famiglie, comunità, zone e missioni nel Mondo Solidale e in modo particolare in India. Qui noi di Bangalore Solidale siamo uniti con grande gioia per augurarti buon compleanno benedetto da Dio, che ringraziamo per questo dono che ci ha fatto della tua vita e per il dono della fede vivificata con la vita. Preghiamo che lo Spirito Santo possa fortificarti per quanto tu servi i bambini di Dio. Ringraziamo Dio e lo lodiamo, per l’amore che tu ci hai mostrato attraverso la tua testimonianza ed esperienza che oggi raggiunge ogni angolo della terra, nel Mondo Solidale, attraverso i tuoi 10 libri e numerosi documenti. Ti ringraziamo migliaia di volte per la scoperta del CARISMA DA VIVERE E PROPORRE che mai prima di te era stato testimoniato. La scoperta della nuova cultura di vita viene fuori dalla tua unica e lunga esperienza di vita, di incontri con persone e persone dalla mattina alla sera per 8 ore al giorno. Non ti abbiamo mai visto che ti stanchi, ma anzi continui la tua testimonianza di vita al mondo Solidale. Noi ringraziamo specialmente te per aver fondato e formato i volontari di Italia Solidale e ora le persone degne perché sono come gli apostoli che 66 Gesù ha scelto e mandato a diffondere il regno di Dio nel Mondo. La missione di Italia Solidale – Mondo Solidale ci ha inizialmente raggiunti attraverso le adozioni a distanza gestite dai preti e le suore, ma inizialmente la missione non operava secondo il piano e il volere di Dio e la tua visione, caro P. Angelo che non era nel provvedere cibo, vestiti, assistenza varia e al pagamento delle tasse scolastiche. Per questo già nel 2006 con l visita di Caterina e Luca abbiamo ricevuto la cultura di vita attraverso i tuoi libri e documenti. All’inizio preti e suore non capivano il CARISMA e lo riducevano ad un programma per aiutare i poveri e ad esempio a Bangalore hanno formato gruppi di aiuto di sole donne senza coinvolgere gli uomini né i bambini, concentrati solo a supportare le donne ad avviare attività generatrici di reddito. In seguito, i volontari di Italia Solidale hanno sostenuto le famiglie a cogliere che il movimento non era solo per le donne, ma è per ogni essere umano, creato da Dio. Cosi abbiamo iniziato a formare comunità complete con mariti e mogli e bambini. Una comunità 5 famiglie e 10 comunità una zona e 4 zone 1 missione.

I tuoi libri li abbiamo tradotti nella nostra lingua locale perché sono ricchezze del Carisma che devono arrivare direttamente alle famiglie. In questo modo anche se non sei fisicamente con noi attraverso i tuoi libri ci hai visitato e hai raggiunto tutte le famiglie solidali. All’inizio è stato difficile capire i libri anche perché le suore avevano molti progetti in cui ci coinvolgevano e non potevamo cosi andare in profondità nei contenuti e nella vita nostra e altrui. Nel 2007, caro p. Angelo ci hai visitati per la prima volta in India, proprio a Bangalore. In quell’occasione c’erano più preti e suore che laici nella settimana di incontro di formazione. In quell’anno comunque le famiglie ti hanno dato il benvenuto con grande cuore e gioia. Questa missione all’inizio è stata una sfida perché in India abbiamo molti condizionamenti interni ed esterni (le caste, la dote, l’aborto delle bambine, l’operazione di sterilizzazione durante il cesareo del secondo bambino, il matrimonio arrangiato). Lentamente approfondendo, abbiamo iniziato l’esperienza di comunità ogni settimana sui tuoi libri, ma abbiamo incontrato le persone anche a livello personale perché la condivisione comunitaria e quella personale ci aiutava ad andare in profondità e toccare la creazione di Dio in noi e cominciare a sperimentare la libertà attraverso Lui come è ben espresso nel dvd della creazione e attraverso il sostegno di Dio e della comunità ogni persona ha cominciato a vedere ed affrontare i propri diavoli.. e a sconfiggerli come ha fatto Cristo attraverso la Croce (come approfondisce il video del virus). 67 Caro P. Angelo con il tuo supporto, abbiamo sostenuto le persone a vedere, credere e risolvere le oscurità personali attraverso la luce di Dio presente nei tuoi libri e nelle relazioni degne. In questo modo molte persone e famiglie sono uscite dalla piaga dell’alcolismo, dalle violenze dello slum. Queste famiglie collegate con i volontari italiani hanno ricevuto anche il supporto per iniziare attività indipendenti tutte necessarie per sperimentare l’indipendenza delle energie personali. Allo stesso tempo le famiglie hanno iniziato a scrivere ai donatori le loro testimonianze di sviluppo di vita. Molte famiglie veramente hanno iniziato a vivere indipendentemente smettendo di girovagare intorno ai conventi di suore e preti alla ricerca di cibo, tasse scolastiche, vestiti. Con il sostegno concreto dei volontari di Italia Solidale le famiglie sono state incoraggiate ad iniziare attività creative e indipendenti, come la vendita di vestiti, la sartoria, l’agricoltura, e varie attività come guidare gli autoriscio', fare il pittore, l’idraulico…allevare gli animali, gestire piccoli negozietti su strada.

In questo modo le famiglie hanno iniziato a occuparsi direttamente dell’educazione dei propri figli, smettendo di mandarli negli ostelli, perché ogni bambino è il centro del carisma e nessun bambino deve morire a causa di sofferenze e fame e devono crescere in famiglia. Ringraziamo Dio per averci donato attraverso di te le relazioni intercontinentali e quelle interstatali, perché in questo modo abbiamo rafforzato la nostra relazione dentro e fuori il nostro paese. Adesso noi siamo parte di una grande famiglia solidale di Mondo Solidale fondata nel Carisma. Ti ringraziamo P.Angelo per averci dato il forte slancio a trovare i donatori locali per gemellarci veramente con le altre famiglie di Mondo Solidale che partecipano come a noi a questa esperienza e veramente esprimere il nostro essere maschi e femmine salvando i bambini. Un grazie ai donatori locali che stanno partecipando nella missione solidale e approfondendo i profondi contenuti del Carisma. La formazione delle persone degne nel Mondo Solidale è una chiamata missionaria di vocazione che si vivifica nella carità. Ora anche le famiglie si esprimono nella loro vita e gioia verso i propri donatori scrivendo e testimoniando gli sviluppi personali e familiari costruendo una vera relazione comunitaria ed eucaristica e attraverso l’uso intelligente delle nuove tecnologie ci colleghiamo e ci incontriamo anche con video conferenze. Ti ringrazio personalmente anche per avermi invitato l’ultima volta in Italia come missionario perché ho vissuto un prezioso tempo vicino a te e ai volontari di Italia Solidale. 68 Quando sono tornato in India io e la mia famiglia abbiamo fatto importanti passaggi.

Io per 13 anni di matrimonio ho vissuto nella casa dei genitori di mia moglie e le famiglie delle sue sorelle. Pur essendo un missionario per le altre famiglie non ero ancora maschio nel sostenere la mia famiglia ad uscire dalla famiglia allargata. C’erano cosi tanti problemi e di fondo ero dipendente e non veramente libero cosi come Dio mi aveva creato. Ho sofferto tanto nel condividere con mia moglie e i miei figli perché nella famiglia allargata non c’era il giusto spazio e privacy. Ma questa ultima visita in Italia mi ha dato tanta luce su i miei condizionamenti. Quindi tornato in India ho condiviso con mia moglie ma non era semplice perché lei dalla nascita è rimasta attaccata ai suoi genitori dipendendo in tutto da loro. Piano piano ho coinvolto lei nella missione in Karnataka Solidale e Luca ha aiutato me e lei ad avere luce nei nostri problemi e anche i membri della comunità ci hanno supportato a muoverci e risolvere i diavoli personali. Adesso siamo più liberi e felici come Dio ci ha creati e più uniti tra noi. Quindi Grazie P. Angelo per la tua tenuta testimoniata ogni momento perché mi ha aiutato personalmente e nella famiglia a vincere le identificazioni negative fissate nella nostra vita. Ti Ringrazio veramente p. Angelo perché hai avuto fiducia di noi laici rispetto ai religiosi. Anche il fatto di ricevere direttamente i contributi economici dei donatori nei nostri conti familiari senza dipendere dalle congregazioni è una rivoluzione. Sentiamo dignità e corrispondenza con la creazione di Dio. Stiamo trovando vera vita e luce del Signore nel Carisma. Oggi le famiglie stanno vivendo in amore e pace con Cristo partecipando agli altri per una autentica salvezza personale e degli altri. Preghiamo e ringraziamo anche i tuoi genitori che hanno collaborato con Dio per la creazione in te, Dio ti benedica con gioia nel celebrare il tuo compleanno. Dio continui il suo Santo lavoro attraverso di te e la Vergine Maria ti continui ad accompagnare.

Ti ringraziamo per la tuo continuo sostegno per lo sviluppo di India Solidale

MANJUNATHA, Bangalore Solidale – Karnataka – India

 ----------------------

Ogni tuo documento, ogni libro è una benedizione per ognuno di noi

Caro Padre Angelo, oggi, nel giorno del tuo compleanno, ti saluto chiedendo al Nostro Padre Creatore e alla Nostra Santissima Madre, di benedirti ogni giorno della tua vita e che tu possa avere molti altri anni per condividere questa grazia di essere un grande missionario. L’augurio è grande per te e per ogni famiglia di Mondo Solidale che possiamo tutti sentire e condividere tutta questa forza, il sacro ordine, il grande amore e l'intera verità che abbiamo dentro per creazione e che oggi ci arriva da Dio e testimoniata attraverso di te. Mi chiamo Elizabeth, mio ​​marito Orgey e abbiamo una figlia di nome Kimberly, oggi nel giorno del tuo compleanno vogliamo manifestarti quanto siamo grati per la tua partecipazione allo sviluppo della vita nella nostra famiglia grazie alla tua testimonianza di vita, di forze, di luce, di grazia, di carità e missione scritta nei tuoi libri. In questo tempo stiamo leggendo il libro “la famiglia non si inganna”, dopo aver letto e meditato i “dieci punti di sviluppo di vita e missione”, “uscire da ogni inganno”, “Il Carisma da vivere e proporre” e “Il Nuovo Sapere e il Nuovo Potere” e visto il video del bambino intrauterino e il video del virus. Ogni tuo documento, ogni libro è una benedizione per ognuno di noi. Stiamo riscoprendo sempre più la base della nostra creazione grazie ad un serio e personalissimo impegno a partecipare alla completezza della proposta di Italia solidale che ci sta portando ad un vero sviluppo della nostra vita e della missione locale e mondiale. Personalmente e insieme a tutte le famiglie stiamo comprendendo che siamo nati da famiglie e da una storia segnate da culture sempre false e condizionate da una fede e una scienza molto superficiali. 

Sono nata e vissuta in un ambiente familiare pieno di alcolismo, di violenza, di rancore e con forte disordine della sessualità, soprattutto di mio padre. Ricordo fin dall'infanzia che avevo molta paura anche di mia madre, che era molto violenta e mai l’ho potuta considerare come una vera madre e per questo lei non ha mai saputo cosa succedeva nella mia vita da bambina e da adolescente. Guardando il video del bambino intrauterino e ascoltando alcune testimonianze, ho sentito dentro di me un contrasto molto forte, ricordo di aver pianto molto quando ho capito che Dio mi aveva creata meravigliosa, ma che ero un disastro. Ho anche capito che la mia vita non dipendeva dai miei genitori, che erano semplicemente uno strumento per farmi nascere, e dovevo ringraziare per la mia vita solo Dio. Con questa base ho iniziato a partecipare sempre più intensamente alla missione, ad approfondire la mia vita personale, ad entrare nell’inconscio. Vedevo come l'intero ambiente culturale in cui avevo vissuto aveva influenzato così pesantemente la mia vita. Da bambina tante paure, insicurezze e solitudine, perché anche se avevo i miei genitori non mi ascoltavano mai, non partecipavano a me e io non potevo fidarmi di loro. Così da adolescente ho iniziato una vita di alcolismo, bevevo insieme ai miei genitori e non ho mai capito nulla della mia sessualità cadendo nella dipendenza dalla masturbazione, anche sentendo che questo non era normale.


A 16 anni volevo sperimentare il rapporto sessuale con un uomo, ma non avevo ne esperienza di relazioni sane ne un equilibrio della mia persona, anche le amicizie erano legate solo a persone dell’età dei miei genitori. Ho iniziato dunque una esperienza con un ragazzo molto più grande, sposato e separato e anche lui con problemi di alcolismo.  Nonostante provassi attrazione non mi sentivo bene con lui e quando mi ha lasciata mi sono sentita usata e ingannata mi ha lasciato e non capivo nulla di quello che stava succedendo, ho solo sofferto in silenzio perché con i miei genitori non potevo confidarmi e non sapevano niente di me. A causa dei problemi di alcool e infedeltà e tutta la violenza che c’era, quando avevo 18 anni i miei genitori si sono separati e io sono rimasta da sola con mia madre che era nel dolore di un matrimonio di 24 anni fallito. Questo fallimento, questa violenza e delusione, cel’avevo soprattutto registrato dentro io e pensavo che non avrei mai voluto avere  una relazione seria, pensavo che gli uomini non valorizzassero o rispettassero nulla di una donna, così i miei rapporti con un uomo erano sempre superficiali, li trovavo sempre con un mondo di problemi e non mi sono mai sentita bene con nessuno. Per tutto questo disordine e mancanza di luce a 24 anni avevo già fatto tre aborti, due volontari e uno spontaneo. Questi eventi così duri mi hanno fatto soffrire molto in silenzio, non riuscivo a trovare pace e ora capisco quanto la sofferenza dello spirito e dell'anima sono più forti di quelle del corpo. Tu Padre Angelo infatti scrivi nel libro “la famiglia non si inganna”, anche che i problemi del corpo sono più facili da recuperare. In tutta questa confusione il desiderio più grande era dare una svolta alla mia vita e ho incontrato il mio attuale marito, ma anche lui con un mondo di problemi di alcool e disordini sessuali, aveva giù quattro figli con quattro donne diverse. Lui con i suoi problemi e io i miei, la mia lotta per essere felice sembrava però già persa, le mie domande di come potevo uscirne erano senza una risposta. Mio marito è cresciuto senza genitori, sua madre aveva tre figli avuti da due relaizoni e morì incinta del quarto figlio quando in un tragico incidente. Mio marito aveva solo cinque anni. I cinque figli del padre si sono tutti sposati e separati e lui è morto quando mio marito aveva aveva 11 anni. Anche lui ha vissuto violenza e disordini e una fede molto superficiale. Una storia non tanto diversa dalla mia. Mi racconta che ha sofferto molto e da giovanissimo la matrigna lo faceva lavorare tantissimo per mantenere le due sorelline e quando era ancora bambino subì abusi sessuali da una signora che voleva rubarlo per portarlo a vivere con lei. Ha così avuto fin da giovanissimo molto disordine nella sua sessualità e molta dipendenza dalle donne ed è divenuto già padre a 18 anni. Io l'ho incontrato quando aveva 29 anni, era pieno di disordine e sofferenza, ma a poco a poco ho scoperto che dentro di lui c'era un essere meraviglioso.

Oggi, grazie a Dio, grazie a te Padre Angelo e grazie a questa meravigliosa missione, ci stiamo impegnando in un grande cammino di conversione perché abbiamo potuto vedere finalmente da dove vengono le nostra sofferenze, e con forza, luce e ordine, con le comunità e con un continuo impegno missionario stiamo affrontando e risolvendo in Cristo tutti questi disordini. Sentiamo che non ci dobbiamo perdere più un solo istante per non far entrare i diavoli che ci vogliono portare sul vecchio e sentiamo che dobbiamo fortemente testimoniare tutta la verità e la libertà che abbiamo ricevuto da Dio per mezzo di te Padre Angelo. Oggi abbiamo una meravigliosa bambina di 8 anni che ha sofferto tanto all’inizio, ma ora è la bambina più felice del mondo perchè dice che i suoi genitori sono cambiati tanto (ti ha scritto una lettera di auguri anche lei) e sono missionari e anche lei si sente una missionaria. Porta a scuola il tuo libro dei 10 punti di sviluppo di vita e missione, lo legge con i suoi compagni e uno lo ha voluto regalare alla sua maestra. Oggi io e mio marito siamo missionari ogni giorno, ogni momento, con tutte le comunità e con ogni persona che incontriamo. Anche quando sono venuta in Italia per più di 2 mesi mio marito ha fatto un’esperienza fortissima con nostra figlia, ha riscoperto il valore di essere un vero padre che partecipa alla sua vita e ha fatto ogni giorno missione anche in mia assenza. Mia figlia viene sempre con noi quando andiamo in missione nei posti più difficili della nostra meravigliosa terra èd è una grande testimone, un grande frutto della nostra rinascita. Oggi nella missione di Florencia che quando è arrivato Stefano aveva solo 20 comunità, ci sono più di 90 comunità; 500 famiglie con 1000 storie diverse e miliardi di condizionamenti che ricadono tutti sui bambini, ma oggi tramite questa missione e l’impegno di ogni singola famiglia, ognuno sta riscoprendo se stesso, Dio, la vera carità e la vera relazione fuori da tutti i diavoli secolari. Ringrazio molto tutti i missionari italiani e tutti i meravigliosi donatori. Stando in Italia in missione per tanto tempo ho visto quante sofferenze simili e di ogni tipo ci sono in Italia e sento che anche noi li dobbiamo aiutare molto. I gemellaggi, le relazioni che stiamo avendo con le videochiamate sono solo un inizio per arrivare alla completezza della Volontà di Dio. Solo percependo, partecipando e perseverando nella missione incontreremo il vero Amore di Dio che è in noi; la nostra natura come in cima alle meravigliose montagne, come tu Padre Angelo vivi e ci testimoni!

Che Dio e la Madonna ti proteggano ogni istante della tua vita, che proteggano la vita di Maria Frau e di tutto Mondo Solidale

Elizabeth, Orgey, Kimberly e le famiglie di Florencia Solidale