Generale : Lettera per la Resurrezione personale e comunitaria in Cristo nella Pasqua del 2020 scritta da Padre Angelo Benolli per tutti coloro che partecipano al Mondo Solidale
Giovedì, 09 Aprile 2020 13:03

Lettera per la Resurrezione personale e comunitaria in Cristo nella Pasqua del 2020

scritta da Padre Angelo Benolli

per tutti coloro che partecipano al Mondo Solidale

"DA DOVE NASCE QUESTA LETTERA"

Carissimi:

1)  Ognuno di noi è stato creato dal Padre Eterno, per essere testimone del Suo Amore insito nelle energie della nostra vita personale, contenute nel sigillo di Dio, o Io Potenziale. Purtroppo poi ognuno di noi nella sua infanzia ha registrato sui nervi tutto quello che ha sperimentato, che ha incontrato. Eravamo solo persone con Dio, nei primi 30 giorni della nostra vita, poi abbiamo incontrato, nella madre, nella famiglia, nella scuola, nella falsa spiritualità e nella falsa cultura corrente, tutto quello che non era secondo la creazione del Padre e nelle vere necessità della nostra vita. Poiché i nervi tutto registrano e non cambiano, per tutto questo vissuto di falsità e non amore, come in tutta la storia è successo, ognuno di noi ha perso l’amore di Dio, si è riempito di falsità culturali e religiose, che sempre andavano contro la dignità della propria persona, contro la dignità di Dio Padre e per questo si registravano interiormente ogni genere di falsità che colpivano la nostra fede, la nostra anima, la sessualità, lo spirito e il corpo; causando in noi ogni genere di sofferenza spirituale e corporale.

2)  Innanzi a tutto questo il Padre ci ha mandato una Madre senza negatività, senza dipendenze e diavoli che è la Madonna, nuova madre e nuova stirpe e da essa ha potuto nascere fra di noi Cristo, Dio Uomo. Cristo è venuto tra di noi per far fuori ogni negatività, diavoli e malattie, perché nonostante tutti i nostri mali, potessimo ritornare al Padre e a noi stessi, fuori da ogni riduzione umana e diabolica. Dice Cristo: “Sono venuto a portare il fuoco, e voglio che s’accenda, per questo non sono venuto a portare la pace ma la spada, la divisione. Sono venuto a portare il figlio contro la madre e il padre e i fratelli; e chi non sceglie me prima del padre, la madre e i fratelli non è degno di me, perché senza di me non potete far nulla”. Senza Cristo non possiamo tornare al Padre, è necessario tornare al Padre come Abramo. Senza Cristo non possiamo entrare nel nostro inconscio e con il Suo sangue far fuori ogni genere di diavoli, malattie e negatività. Per questo San Paolo dice: “Per me vivere è Cristo. Non sono più io che vivo ma è Cristo che vive in me.” Solo in Cristo crocifisso ma risorto, ognuno di noi da sempre, ma anche oggi, può ritrovarsi risorto come ci ha creati il Padre, e liberi dai diavoli, come la Madre comune assunta, così vivere la nostra libertà nella verità e carità dello Spirito Santo. Come la Madonna che, senza diavoli, dallo Spirito Santo concepisce il Cristo e con il Padre e il Cristo, ha sempre l’anima che magnifica il Signore, ha un sesso nell’amore e il corpo sano tanto che non muore. Poiché poi, come nella Madonna, le forze di Dio Padre, Figlio e Spirito Santo portano solo loro il sesso all’amore e ci hanno creati liberi da riduzioni umane e diaboliche, sempre, quando come la Madonna stiamo nella Grazia Creativa del Padre, redentiva del Cristo Risorto, e nella Potenza dello Spirito Santo, allora anche noi come Lei non moriremo. Così vivremo il Carisma della verità, carità e libertà di Dio Trinitario nella nostra vita e saremo allora veri missionari, liberi, convertiti per il mondo di oggi. Solo con queste basi saremo liberi e credenti e potremo formare vere comunità, salvare i bambini, fare i gemellaggi ed avere le vere e uniche forze creative del Padre, della Madre, del Cristo e dello Spirito Santo, personalmente con noi e così essere nella vera carità e testimonianza di vera vita, carità e libertà nel mondo falso, diabolico, globalizzato sul potere e denaro del mondo di oggi.

3)  Ecco perché vi ho scritto, e vi auguro buona Pasqua di Resurrezione nel Carisma di Mondo Solidale. Grazie ad ognuno di voi. Nessuno dipende da nessuno e come la Madre, nel Padre, Figlio e Spirito Santo, stiamo con Dio Trinitario come Abramo, e testimoniamo missionariamente tutto questo, uniti per far fuori i “Coronavirus” del mondo di oggi. Pregate, amate e leggete i miei libri. Buona Pasqua 2020.

Roma 19 Marzo 2020

Padre Angelo Benolli (Fondatore e Presidente di Italia Solidale – Mondo Solidale) 

Generale : "Santa Pasqua 2020" - orari delle celebrazioni in diretta sul nostro sito
Giovedì, 09 Aprile 2020 11:36

Orari delle celebrazioni della Settimana Santa

Giovedì Santo 9 aprile
Ore 17:30 S. Messa “In Cena Domini”

Venerdì Santo​ 10 aprile
Ore 15:00​ Via Crucis
Ore 15:30​ Celebrazione della Passione del Signore

Sabato Santo​ 11 aprile
Ore 21:00​ Veglia Pasquale

Domenica di Pasqua 12 Aprile
Ore 10.00 – 12.00 S. Messa “Pasqua di Resurrezione”

Lunedì dell’Angelo 13 Aprile
Ore 18.00​ S. Messa

Le celebrazioni della Settimana Santa a cura di P. Angelo Benolli e P. Stephen Ndegwa si possono seguire in diretta via Internet nei modi consueti

Generale : Per una vera Pasqua che scaccia i virus - di Antonella Casini e Padre Angelo Benolli
Mercoledì, 08 Aprile 2020 18:21

Per una vera Pasqua che scaccia i virus

Scarica il PDF

Un Virus ha invaso il mondo e cambiato per sempre la nostra “Civiltà”. Molti ora si ricordano di Dio e pregano. Nonostante le preghiere, però, le epidemie hanno sempre imperversato, accompagnando guerre, carestie, disordini. Dio non esiste? No! Ma la storia dimostra che, oltre che pregare, dobbiamo collaborare con Lui. Non siamo abituati. Nessuno ha colpa. La nostra millenaria cultura ci ha “educati” a dipendere, più che collaborare. È sempre stato normale “integrarsi” in famiglia, scuola, strutture civili e clericali. Non abbiamo mai avuto una cultura coerente con la Vita. Soltanto agl’inizi del secolo scorso s’è scoperto che il 90% delle nostre energie sono nell’inconscio ed irrorano con il loro modo d’essere la mente cosciente: il rimanente 10%. Ma non si è scoperto molto di più. Abbiamo continuato a dare primazia alla “mente” staccata dalla Vita. La confusione è aumentata: capitalismo, comunismo, nazismo, borghesia, omologazione di massa, fino all’annullamento della persona nella “globalizzazione dei mercati”. Il SARS-CoV2 è passato dagli animali all’uomo per le conseguenze della produzione selvaggia (deforestazione, inquinamento, sovrappopolamento nelle metropoli...). Non a caso gli uomini, storicamente i più integrati nel “sistema”, sono molto più colpiti dal Covid 19 rispetto a donne e bambini. Oggi non basta “stare a casa" o pregare, dobbiamo risolvere i nostri condizionamenti inconsci, mai visti, né affrontati. Solo così ritroveremo Dio, la natura, l’amore, e scacceremo i virus! Oggi abbiamo la possibilità di cogliere queste realtà e vivere questa esperienza “pasquale”, grazie a Padre Angelo Benolli che, in 89 anni di vita e 61 di servizio come sacerdote, missionario, scienziato e antropologo ha sviluppato una nuova e completa cultura di Vita.

Generale : Sabato 4 Aprile ore 15 Scuola Promotori di Sviluppo di Vita e Missione
Venerdì, 03 Aprile 2020 06:52

Scuola Promotori di Sviluppo di Vita e Missione

Sabato 4 aprile 2020 sesta lezione della scuola non direttiva:

“IL NUOVO SAPERE E IL NUOVO POTERE”

L’Albero della Vita, creato da Dio con tutte le forze ben connesse di Dio, dell’anima, del sesso, dei nervi del corpo e della mente. Un’altra grande scoperta di Padre Angelo Benolli mai rivelata prima

 

 La lezione della scuola sarà trasmessa in diretta sul nostro sito a partire dalle ore 15 di sabato 4 aprile 2020

Generale : 'Pandemia' d’amore in Italia e nel mondo - di Antonella Casini e Claudia Faccioli
Venerdì, 27 Marzo 2020 11:25

'Pandemia' d’amore in Italia e nel mondo

Scarica il PDF

Un organismo infinitamente piccolo ha fatto crollare la nostra “Civiltà”. Tutto sembra svanire: economia, lavoro, relazioni sociali, cultura. Dio era già sparito da tempo e oggi nessuno più ne parla. Abbiamo perso tutto? O non abbiamo mai vissuto in modo completo? Guerre, genocidi, violenze presenti e passate dimostrano che non abbiamo mai sperimentato la completezza della vita. Lo stesso Coronavirus è risultato d’inquinamenti, deforestazioni e politiche basate solo sulla primazia del “profitto”. Non a caso la pandemia s’è sviluppata attraverso i “centri nevralgici” delle ideologie che hanno prodotto la globalizzazione economica, che ora è divenuta globalizzazione “virale”: capitalismo, comunismo, nazismo, borghesia e omologazione di massa. Non è colpa della Cina, della Germania, del Nord Italia o di altri. La realtà è che, nei secoli, l’umanità si è sempre “adattata” a tutto. C’è stata più che altro dipendenza dal “più forte”, integrazione nelle strutture, clericalismo, falsa spiritualità. Così le persone si sono perse e indebolite sempre più. Questa debolezza è sempre stata il “terreno di coltura” di ogni guerra e malattia! Ormai è chiaro che la “vita non s’inganna” e che non l’abbiamo fatta noi. Ma non c’è mai stata una cultura ch’entrasse veramente nella realtà della creazione di Dio, della salvezza di Cristo e dell’opera continua dello Spirito Santo in ogni persona e nel creato.

Questa cultura oggi è il “vaccino” più necessario! Tutti la cercano e, grazie a Dio, ora c’è: è la nuova e completa antropologia e il nuovo modo di far missione sviluppati Padre Angelo Benolli in 89 anni di vita e 61 di sacerdozio. Nei suoi 10 libri e documenti, nei suoi video sulla Creazione e sul Virus, troviamo scoperte che offrono soluzioni concrete per vedere e risolvere gli errori secolari. Basti pensare alla scoperta dell’Io potenziale con le meravigliose energie dell’“Albero della vita”, con cui Padre Angelo cambia l’inconscio di Freud; alla scoperta delle identificazioni negative inconsce incise sulle cellule nervose che tutto registrano, non cambiano e fanno ripetere il passato nel presente; alla riscoperta di Cristo che ci libera se collaboriamo con Lui prendendo la nostra croce. Con questa base ritroviamo Dio, l’identità e finalmente possiamo amare, lavorare bene, far comunità (i “giardini”), essere missionari affrontando gli errori secolari in noi e fuori di noi, salvando famiglie e bambini vicini e lontani. Tutti poi ci relazioniamo nei “gemellaggi mondiali”. È una “Pandemia dell‘Amore” che stanno sperimentando già più di 2 milioni di persone in Italia, Africa, India, Sud America. Coinvolgiti anche tu. Mondo Solidale è sempre aperto e contagia solo di Vita!

Antonella Casini

Generale : Testimonianza di Bernadette dalla missione di Ntungamo - Uganda
Martedì, 24 Marzo 2020 08:35

Testimonianza di Bernadette dalla missione di Ntungamonel - Uganda

"Odiavo me stessa, ero una bevitrice, picchiavo la gente, ero senza morale"

 

Caro Padre Angelo Benolli, ti saluto nel nome di Gesu’.

Per prima cosa ringrazio tanto Dio che mi ha dato il dono della vita su questa terra e lo ringrazio per avermi portato il Carisma di Italia Solidale che mi ha trovato in una vita fatta di bugie e schiavitù dai diavoli.

Leggendo insieme ai volontari i libri che hai scritto con Maria e vedendo il dvd della Creazione e di come il bambino è nei primi 30 giorni e di come poi soffre entrando in relazione con la madre, ho scoperto che sono nata nella falsità del diavolo e non sono cresciuta bene ma anzi odiavo me stessa. Ero una bevitrice, picchiavo la gente, ero senza morale. Dopo aver letto i tuoi libri ho visto che ero fuori dalla vera vita e mi sono impegnata nella missione per trasformare la mia vita (Berna è una vedova analfabeta che ha fondato da sola una missione). Ho cominciato a portare questa missione anche dove vivo formando le comunità per far sì che i bambini possano crescere nell’amore, non come è capitato a me cioè nella sofferenza e senza amore dei miei genitori e senza amore verso di me.

Generale : Torniamo alla Vita vera, ecco il “vaccino”. Ritrovare Dio e la nostra identità - di Antonella Casini
Sabato, 21 Marzo 2020 10:35

Torniamo alla Vita vera, ecco il “vaccino”. Ritrovare Dio e la nostra identità

 

Scarica il PDF

Tutto il mondo lotta per sconfiggere il “Coronavirus”. Questo è solo uno dei tanti nuovi virus e ha la stessa origine di Ebola, Sars, Zika e del 70% di tutti gli altri: la trasmissione animale. Da anni gli scienziati lanciano allarmi sul “salto di specie” dei virus e dimostrano che questo fenomeno è provocato dalle attività produttive estreme che caratterizzano la nostra economia. I pipistrelli portatori di Ebola e Sars, ad esempio, si sono spostati dalle foreste alle città con i disboscamenti, fatti per creare coltivazioni e allevamenti intensivi. L’inquinamento e la concentrazione della popolazione amplificano tutto. Tutti sanno che la provincia di Hubei e la Pianura Padana sono tra i territori più degradati a livello ambientale e più densamente popolati della Terra. Tutti sanno che per ridurre veramente i rischi di pandemie bisogna interrompere le attività distruttive degli ecosistemi, ma nessuno fa nulla. Si muore, ma l’economia non si cambia. Perché? Il “Capitalismo” è in ognuno di noi, non per colpa. Secoli di dipendenza e falsa spiritualità, “bombardamenti mediatici”, ci hanno fatto perdere Dio e l’identità, rendendoci macchine da consumo. Siamo talmente condizionati che desideriamo il falso benessere che ci uccide.

Questo è il vero Virus, ma nessuno lo vede. Per far fuori l’epidemia siamo “obbligati” ad essere “missionari” e la missione oggi è entrare nel proprio inconscio, vedere e risolvere gl’inganni secolari incisi sulle proprie cellule nervose, che tutto registrano e non cambiano, per cui il passato si ripete nel presente. Solo così ritroviamo Dio e la nostra natura di maschi o femmine, creati per collaborare con Lui nell’Amore e non per adattarsi alla maggioranza. Per vivere questo, però, ci vuole una cultura coerente con la Vita e un nuovo modo di far missione. Tutto questo non c’è mai stato, ma oggi c’è: è stato sviluppato, in 60 anni d’incontri quotidiani con tante persone, da Padre Angelo Benolli, che il prossimo 14 marzo festeggerà i 61 anni di sacerdozio. Nei suoi 10 libri e documenti troviamo grandi e necessarie “svolte” antropologiche, come il cambiamento dell’inconscio di Freud e la scoperta delle “identificazioni negative” inconsce. Con questa nuova e completa antropologia, 2 milioni di persone nel mondo stanno ritrovando Dio e il loro carattere, la capacità di ben amare e ben lavorare; s’incontrano nei “giardini” (piccole comunità) e sono “missionari”. Nei “giardini”, infatti, si leggono i libri di P. Angelo, si scambia, si prega e ci si sostiene a essere testimoni e a salvare bambini e famiglie vicine e lontane, con un nuovo modo di fare adozione a distanza che unisce tutti in una solidarietà completa. Così usciamo dagl’inganni: gl’italiani non sono più schiavi del “benessere” e amano; le famiglie del Sud del mondo non sono più schiave delle multinazionali e trovano anche loro “donatori locali” per bambini degli altri continenti. Questi “gemellaggi” mondiali di Vita sono l’autentico.

Antonella Casini

 Dal sito IlCaffe.TV

Generale : Domani 14 marzo 61° Anniversario di Sacerdozio di Padre Angelo Benolli.
Venerdì, 13 Marzo 2020 16:28

Domani 14 marzo 61° Anniversario di Sacerdozio di Padre Angelo Benolli

La mia carne è veramente cibo, il mio sangue è vera bevanda... "P. Angelo Oblato di Maria Vergine: 61 anni di sacerdozio per nutrire di Cristo l’umanità attraverso il Carisma e la missione con i “giardini”, i “bambini” e i “gemellaggi mondiali”

 

Per inviare gli auguri a Padre Angelo Benolli scrivi a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Carissimo Padre Angelo e voi amatissimi italiani e tutti voi persone degne scelte nei territori dal Signore e amatissimi volontari donatori,

siamo vicini a ciascuno di voi nelle nostre preghiere quotidiane, mentre vi ricordiamo davanti al Signore Santo e Misericordioso, creatore del cielo e della terra e nostro vero Padre che non ci lascia soli nemmeno per un secondo! Nel carisma non siamo persone sole, ma siamo sempre persone con Dio, pieni di soluzioni per le nostre sofferenze. Io solo nel Carisma ho trovato me stesso, solo nel Carisma ho trovato il Padre, solo nel Carisma ho trovato lo Spirito Santo e ho la libertà nella carità nella resurrezione. Dio non vuole che stiamo con i diavoli, non vuole che soffriamo, per questo ci ha mandato Padre Angelo Benolli e con lui ha fatto il Carisma. Non perdiamo il Carisma, perché è il Carisma di Cristo, per salvarci dal diavolo e dal mondo. Il nostro vero virus è la nostra distanza da Dio. Nonostante tutti i libri di Padre Angelo siamo ancora lontani da Dio e questa non è di vita, è disordine, è rimanere nei nostri inganni, nel nostro io reale e i diavoli che contengono. Abbiamo tutti bisogno di risolvere sostenendoci l’un l’altro, è la carità che risolve la moltitudine dei mali. Voi siete dei grandi pilastri carissimi italiani per le fondamenta di questo piano di salvezza nel mondo di oggi, siete dei liberatori che portano pace e vita in tutto il mondo attraverso le vostre adozioni e le vostre relazioni con noi. Attraverso il vostro impegno nell’adozione a distanza siete presenti e siete disponibili per partecipare a tutte le realtà della nostra vita, ma ancora di più ci donate la nostra vera vocazione, la vocazione è quella di sconfiggere tutti i diavoli perché se noi non siamo come Cristo, in Cristo e con il Padre siamo solo pieni di diavoli che portano ogni malattia nello spirito e anche nel corpo nostro e, attraverso di noi, in quello degli altri come il virus. Che

Dio vi adotti, vi liberi, vi protegga dal coronavirus, voi tutti italiani, perché attraverso la vostra generosità il mondo vive di nuovo, vive di nuovo la resurrezione e luce come è in me, nella mia famiglia e nelle comunità, attraverso il grande dono del carisma, nato proprio in Italia attraverso l’ispirazione dello Spirito Santo che ha raggiunto Padre Angelo Benolli a cui auguro un felice 61°anniversario di sacerdozio. Questa resurrezione che viviamo sia nello spirito che nel corpo è un dono speciale per superare sia le malattie spirituali che corporali che sono entrate in noi come virus, dopo la creazione dei primi 30 giorni, senza che ce ne rendessimo conto! Questo è il momento di restituirvi tutta la grande dedicazione che avete avuto per noi e per le nostre famiglie. Sicuramente non siamo lontani da voi in questa situazione, ma ancora di più Dio vi è vicino, perché noi preghiamo per voi. Che ognuno di voi si possa permanere in Dio e in se e nella carità, di trovare persone degne e di fare nei tempi giusti, come l’amore vuole, la carità ai bambini che senza di voi non potrebbero vivere. Vi auguro che stiate nel Signore, la Sua volontà e dare valore solo al rispettare pienamente il nostro Io Potenziale, come la Madonna, nuova stirpe, così non saremo attaccati da nessun diavolo e saremo liberi dal virus. Prego che non vi perdiate nel mondo, che non perdiate la vostra identità a causa di questa situazione del coronavirus.

Generale : Tutti chiamati ad essere missionari per scacciare ogni Virus - di Davide de Maria
Venerdì, 13 Marzo 2020 15:42

Tutti chiamati ad essere missionari per scacciare ogni Virus

 

ASCOLTA LA LETTURA DEL DOCUMENTO 

  1. Ringrazio Dio Padre, Figlio e Spirito Santo per il Carisma che è l’unico vero Antivirus del  nostro tempo e che oggi sta già concretamente sostenendo il cammino personale dall’inconscio alla missione di migliaia e migliaia di bambini, famiglie, comunità, zone e missioni tra i poveri di Africa, India e Sud America e sempre più anche nei tanti territori d' Italia. Due milioni e mezzo di persone che oggi stanno veramente ritrovando se stessi, Dio e delle vere relazioni comunitarie e di gemellaggio eucaristico internazionali che rafforza le famiglie ad essere formate da veri maschi e vere femmine capaci di ben amare e ben lavorare e salvare cosi tutti i bambini.
  2. In questi giorni sto sentendo a distanza varie persone degne dei territori di Milano e della provincia che in questo momento vivono l’epicentro dell’epidemia del Coronavirus.

Spesso collego via Skype in contemporanea sia la persona degna del territorio che la persona degna della missione del Sud del Mondo. Ho la gioia di partecipare ma senza essere il centro perché il centro è Dio che si manifesta oggi attraverso il Carisma nei Giardini, bambini e gemellaggi.

Incontro persone via Skype ed è una gioia per me e per loro perché finalmente possiamo far fronte personalmente ed insieme in Dio e nella carità ai Diavoli del nostro tempo.

  1. Il coronavirus è un virus diabolico. È un virus subdolo che si è diffuso percorrendo le vie della globalizzazione economica. La globalizzazione dei soldi, del potere, della borghesia, della materia, dell'omologazione, della dipendenza, della passività, della schiavitù. Come tanti prodotti cinesi ha iniziato a diffondersi in Cina, poi in Germania, poi nel Nord Italia ed infine nel Mondo. Oggi c’è la globalizzazione del virus.

Il Coronavirus è un virus malefico. Subdolo. Si insinua nei polmoni. Toglie il respiro. Ci fa mancare l’aria per respirare. Ci Opprime, ci soffoca.

  1. La realtà però è che al di la del contagio fisico, siamo già tutti contagiati, senza colpa, nello spirito da molto tempo.

Quanta gente oggi è apparentemente viva ma soffocata, oppressa, senza aria. Quanta gente oggi è in balia delle globalizzazione economiche che schiavizzano. Quanta gente oggi vive una falsa scienza o una falsa fede.

Quanta gente oggi è viva nel corpo perché respira ma è morta nello spirito perché soffocata da tanti virus che impediscono all’anima di respirare.

  1. Ringrazio Dio oggi per il Carisma che è l’aria pura necessaria per respirare e per areare i nostri polmoni ma soprattutto per la nostra anima.

Il Carisma è  una grazia immensa che Dio ci ha donato attraverso di te, Padre Angelo ed attraverso il tuo costante e coerente atteggiamento di essere “Abramo” in “Cristo” nel mettere sempre Dio e la Sua volontà prima di tutte le cose umane.

Lo Spirito Santo davanti a questo tuo Essere Profeta consacrato a Dio attraverso la Madonna, ha avuto la gioia di soffiare il Carisma verso tutti i confini della terra dove i poveri lo hanno colto e sempre di più lo stanno vivendo e testimoniando.

Generale : Virus, quello che nessuno ti ha mai detto --- di Antonella Casini e Luca Rando.
Giovedì, 05 Marzo 2020 15:55

Virus, quello che nessuno ti ha mai detto

 

Scarica il PDF

Il Coronavirus è tra noi. Ci dicono tante cose, ma nessuno ci dice perché e come risolvere. “Peste nera”, “spagnola”: ogni epidemia è maturata in contesti d’ignoranza, promiscuità e guerra. Oggi abbiamo la scienza, non c’è la guerra mondiale, ma ci si preoccupa più dell’Economia che della salute delle persone. La produzione deve continuare! Paesi “avanzati” non fanno neanche i controlli necessari. Negli USA, ad esempio, la spesa per un test è di circa 3.000 dollari. Il capitalismo diffonde il Virus peggio della guerra! Ma un vantaggio c’è: ora ogni persona è obbligata a prendere posizione. “L'amore esiste solo se vi sono persone nell'amore”, scrive Padre Angelo Benolli, che, anni fa, ha realizzato un video sulla Creazione e uno sul Virus. In essi ha sintetizzato le scoperte fatte in 60 anni d’incontri quotidiani con tante persone e in 4 anni di studio sul bambino intrauterino. Nel primo filmato si vede il concepimento del bambino. La forza di Dio entra, non c’è più l’ovulo e lo spermatozoo, c’è una persona nuova, con le cellule germinali totipotenti, immortali e sessuali, senza il DNA dei genitori. Per 30 giorni, il bimbo non si relaziona con la madre, è sostenuto solo dalla “forza epigenica” (fuori dai geni) in cui c’è solo Dio e la persona.

Al formarsi del cordone ombelicale, il bimbo soffre moltissimo perché sente il contrasto tra ciò che vive con Dio e ciò che sperimenta con la madre, portatrice incosciente e incolpevole dei condizionamenti secolari. Questi contrasti s’incidono sulle cellule nervose che tutto registrano e non cambiano, per cui il passato si ripete nel presente. La sofferenza passa sul corpo e poi sulla mente. Questo stato indebolisce la persona e fa entrare i Virus: è quanto si vede nel secondo video di Padre Angelo. Il Virus non ha vita propria, deve entrare nelle cellule e “sfruttarne” l’energia. Pone quindi in essere una serie di diabolici inganni con cui aggira tutte le difese della cellula, arriva al suo nucleo e la induce a riprodurre miliardi di altri virus e ad autodistruggersi. Così i Virus si moltiplicano e invadono le altre cellule. Nel video si vede anche la realtà degli “anticorpi” che l’organismo produce in base a “segnalazioni” delle cellule invase. Questi hanno la potenzialità di distruggere i Virus. Qui Padre Angelo coglie la realtà della “forza epigenica” presente in ogni cellula, che sempre vince se la persona permane nella sua radice che è Dio. I libri, i documenti, i “giardini”, il nuovo modo di fare adozione a distanza elaborati da Padre Angelo permettono già a 2 milioni di persone di ricollegarsi con Dio e sperimentare che se viviamo la Vita com’è, vinciamo la morte.

 Antonella Casini